Where to Travel

Discover Italy with my personal touch!

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Categories
    Categories Displays a list of categories from this blog.
  • Tags
    Tags Displays a list of tags that have been used in the blog.

Le Marche: misteri e alchimie nella Villa del Balì

Posted by on in Borghi - Villages
  • Font size: Larger Smaller
  • Hits: 16593
  • 0 Comments
  • Print

b2ap3_thumbnail_IMG_0001.JPG Cari amici di My Own Italy bentrovati!

Oggi il nostro viaggio alla scoperta dell'Italia ci porta nelle Marche: dopo aver visitato le meravigliose Grotte di Frasassi ci rechiamo nel piccolo borgo di Saltara, nella provincia di Pesaro e Urbino.  Andiamo a visitare una residenza ed un Museo veramente molto particolari: la Villa del Balì.

 b2ap3_thumbnail_IMG_6714.JPG Saltara, che probabilmente deriva il suo nome da "Saltarius", cioè il guardiaboschi, è situata nella Valle del fiume Metauro. Il centro storico di Saltara coincide quasi integralmente con il borgo murato; come per gli altri centri della zona non si ha una data precisa di realizzazione della cinta muraria che viene fatta risalire attorno alla metà del XII secolo.

  b2ap3_thumbnail_Saltara6Zoom.jpg All'interno delle mura, cui si accede attraverso una suggestiva scalinata, si trovano i cosiddetti mercati coperti ricavati lungo il perimetro murario e con struttura a portico, la Torre Malatestiana ed il Palazzo, attuale sede del Municipio, e la Chiesa di S. Lucia.

Il Castello, conteso tra i Malatesta ed i Montefeltro fu sede di importanti mercati e fiere.

 b2ap3_thumbnail_IMG_6524.JPG La  Villa del Balì si trova in località S. Martino, in posizione dominante rispetto a Saltara ed ai paesi limitrofi. In questo luogo fu eretto in antichità un tempio dedicato al dio Marte.

Nel corso del tempo facile fu il passaggio da "Marte" a "Martino": testimonianze storiche parlano di una cappella dedicata a San Martino già nel 1165.

   b2ap3_thumbnail_IMG_6519.JPG La villa fu ristrutturata nel 1564 da Vincenzo Negusanti, vescovo di Dalmazia e decano del Concilio di Trento, come luogo di studi, riposo e meditazione.

Grande esperto di astronomia, proprio per osservare gli astri dalle sue quattro torri, costruite appositamente per questo scopo ma oggi scomparse, si ritirò nella villa sino alla sua morte.

  b2ap3_thumbnail_IMG_6499.JPGLa Villa fu ceduta nel 1667 al Conte Gastone Marcolini, Gran Priore Balì (Balì, da cui la villa prende il nome, è il grado più alto negli antichi ordini cavallereschi) dell’ordine dei cavalieri di S. Stefano Papa e Martire, e rimase di proprietà della famiglia Marcolini fino al 1852, per divenire proprietà della Compagnia di Gesù e poi del Comune di Fano.

   b2ap3_thumbnail_Immagine6.jpg Al Conte Marcolini si deve realizzazione di una cripta sotto il prato antistante la villa. La cripta è composta da quattro croci di Lorena, disposte a formare quattro angoli retti. E' molto regolare, uno dei bracci si allunga fino a scendere in una stanza quadrata posta a 7 m di profondità: la CRIPTA. Nella volta a botte che costituisce il soffitto è dipinta una enorme croce bianca e rossa. 

b2ap3_thumbnail_Immagine11.jpg  I mattoni del pavimento sono disposti anch'essi a formare una croce, al centro della quale si trova un pozzo cieco. Un'abside e due tabernacoli si trovano di fronte all'ingresso. Tutta la struttura veniva usata per iniziazioni a ordini cavallereschi, molti dei quali affondano le proprie radici in tradizioni criptiche. Putroppo oggi la cripta è inagibile e tutt'ora chiusa al pubblico.

   b2ap3_thumbnail_IMG_6474.JPGOggi la settecentesca Villa del Balì è la sede di un modernissimo centro dedicato alla scienza. In veste di "science centre", il Museo del Balì rinnova un’antica tradizione di ricerca.

In linea con la tradizione scientifica della Villa, le attività del Museo del Balì si distinguono per una loro specificità; fanno parlare quella parte della scienza che è più trascurata perché erroneamente considerata più difficile: fisica, matematica, astronomia e astrofisica.

 b2ap3_thumbnail_IMG_6501.JPG All'interno della sala espositiva è presente un planetario.

Da una sala del Museo, grazie a un sistema di interfaccia digitale con telescopio riflettore (diametro 40 cm) posto in una cupola nel parco della Villa, è anche possibile osservare il cielo notturno in diretta.

  b2ap3_thumbnail_IMG_6517.JPG  

 

 Per me è stata una esperienza davvero molto speciale; ho anche avuto modo di soggiornare presso la Villa San Martino Country House e sono stata davvero molto bene.

Leggete di più nel mio articolo su TGCOM24.

Seguitemi: questo è il turismo secondo me!

  

Blog posted from 61030 Saltara PU, Italia View larger map
0

Comments

Login

Latest Blogs

No post has been created yet.

Recent Comments

No comments yet.

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l’uso dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni sui cookies che utilizziamo e su come disattivarli o cancellarli, clicca qui Privacy Policy e Politica Cookies.

Conferma di accettazione dei cookies da questo sito: