Where to Travel

Discover Italy with my personal touch!

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.

Milano: passeggiando qua e là tra le guglie del Duomo

Inviato da il in Città d'Arte - Cities of Art
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 6564
  • 0 Commenti
  • Stampa

b2ap3_thumbnail_DSCI0027---Copia-640x480.jpg Cari amici di My Own Italy, bentrovati!

Il nostro viaggio alla scoperta dell'Italia oggi ci porta in Lombardia a visitare uno dei luoghi simbolo del nostro Bel Paese.

Se siete a Milano, per svago o per affari, prima di soggiornare al For You Hotel, vi invito nella piazza più importante della città per salire sui tetti della sua meravigliosa e celeberrima Cattedrale: il Duomo!

b2ap3_thumbnail_IMG-20130917-WA0000---Copia.jpg  Il Duomo di Milano è la seconda chiesa più alta del mondo (dopo la cattedrale di Beauvais in Francia), la quarta più grande (dopo San Pietro in Vaticano, la Cattedrale di Saint Paul a Londra e la cattedrale di Siviglia), quella a possedere l’organo più grande d’Italia e l’unica ad avere le terrazze percorribili.


 b2ap3_thumbnail_IMG_3197.jpg
Il progetto, del 1387, fu commissionato e iniziato dal Signore di Milano Gian Galeazzo Visconti, che assunse il controllo dei lavori imponendo un progetto molto ambizioso. Il materiale scelto per la costruzione fu il marmo di Candoglia e le forme architettoniche quelle del tardo gotico di ispirazione renano-boema.

 

b2ap3_thumbnail_DSCI0026.JPG Il desiderio di Gian Galeazzo era infatti quello di dare alla città di Milano un grandioso edificio al passo con le più aggiornate tendenze europee, che simboleggiasse le ambizioni del suo Stato.

 Dopo il rallentamento dei lavori dovuto alle lotte intestine tra i Visconti e all'avvento della Repubblica Ambrosiana, con la conquista del ducato da parte di Francesco Sforza (1450), e poi di Galeazzo Maria Sforza e di Ludovico il Moro, ripresero le attività del cantiere. La cupola fu terminata nel 1500.

Finalmente nel 1769 venne eretta la guglia maggiore; l'aurea Madonnina venne innalzata allo scadere del 1774.

 b2ap3_thumbnail_IMG_3200.jpg

Nel 1800 Napoleone I, incoronato nel  Duomo di Milano re d'Italia (26 maggio 1805), ordinò il compimento della facciata, mentre veniva ultimato il "coperto" della cattedrale con le sue terrazze e circa 1800 statue di Santi, che furono innalzate sulle nuove guglie e sui fianchi.

b2ap3_thumbnail_DSCI0096.JPG 

 Attualmente il Duomo di Milano conta 135 guglie, 96 doccioni, oltre 3.600 personaggi rappresentati nelle 55 vetrate, 200 bassorilievi in marmo di Candoglia, raggiunge 108,50 metri di altezza (dall’alabarda della Madonnina).

 

  b2ap3_thumbnail_DSCI0105.JPG

 La Madonnina fu collocata sulla cima della guglia maggiore, secondo un piano risalente con ogni probabilità alle origini stesse del Duomo di Milano. Essa venne posta con lo sguardo e le braccia aperte ad implorare la benedizione di Dio verso la città. La statua, alta 4,16 metri, venne realizzata dallo scultore Giuseppe Perego e dall'orafo Giuseppe Bini e fu inaugurata il 30 dicembre 1774.

b2ap3_thumbnail_DSCI0058.JPG Oggi è possibile passeggiare su e giù per le terrazze del Duomo: ogni anno il Duomo di Milano accoglie 5.000.000 di visitatori, con una media di oltre 10.000 visitatori durante la settimana e oltre 25.000 nel week end. E tra questi c'ero anch'io!

 Leggete il nostro articolo su TGCOM24 e poi godiamoci un aperitivo rilassandoci e svagandoci  all'Enterprise Hotel.  Seguitemi: questo è il turismo secondo me!

Blog pubblicato da Duomo, Milano, Italia Visualizzazione ingrandita della mappa
0
URL di riferimento per questo blog.

Commenti

Accedi

Ultimi Blog

No post has been created yet.

Commenti Recenti

Nessun Commento.

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l’uso dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni sui cookies che utilizziamo e su come disattivarli o cancellarli, clicca qui Privacy Policy e Politica Cookies.

Conferma di accettazione dei cookies da questo sito: