Where to Travel

Discover Italy with my personal touch!

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.

Lago Maggiore: alla scoperta della pittoresca Isola dei Pescatori

Inviato da il in Laghi - Lakes
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 2171
  • 0 Commenti
  • Stampa

b2ap3_thumbnail_IMG_1986.JPG Cari amici, benvenuti in My Own Italy!

Il nostro viaggio di oggi alla scoperta dell' Italia ci porta in Piemonte, sul Lago Maggiore, dove andremo a esplorare una delle isole più pittoresche e caratteristiche del nostro Paese: l'Isola dei Pescatori!

Partiamo dunque da Baveno e dirigiamoci verso il piccolo molo che ci accoglierà per l'approdo sull'isola.

b2ap3_thumbnail_IMG_1994.JPG 

Il piccolo tratto d'acqua che separa l'Isola dei Pescatori dalle rive del Lago Maggiore ci offre la possibilità di ammirare il verdeggiante tratto di costa che circonda le Isole Borromee, restando incantati dalle magnifiche ville che sul Lago si affacciano.

 

b2ap3_thumbnail_IMG_2015.JPG L'Isola Superiore, detta anche Isola dei Pescatori per via della storica attività lavorativa dei suoi abitanti, si trova a nord di Isola Bella , da cui è separata da un isolotto che ha più o meno le dimensioni di uno scoglio conosciuto come “la Malghera”. Con i suoi 100 metri di larghezza per 350 di lunghezza l’Isola del Pescatori è la più piccola delle Isole Borromee (la più grande è l'Isola Madre).

 

b2ap3_thumbnail_IMG_1999.JPG

 Abitata durante tutti i mesi dell’anno, l'Isola ospita un piccolo villaggio ove vivono una cinquantina di abitanti, che si occupano di pesca e turismo; il villaggio è caratterizzato da una piazzetta racchiusa da vicoli stretti e sinuosi che conducono alla passeggiata sulla punta settentrionale dell’isola.

 

 

 b2ap3_thumbnail_IMG_2040.JPGCaratteristiche sono le case a più piani che consentono di sfruttare al meglio il poco spazio a disposizione: sono quasi tutte dotate di lunghi balconi indispensabili per essiccare il pesce.

Infatti l’attività della pesca è ancora oggi assai praticata, ed è possibile gustare il freschissimo pescato in una delle numerose trattorie che si affacciano sul lago.

Immancabile poi la passeggiata lungo il piccolo mercatino che vende oggetti d’artigianato locale richiamando numerosi turisti.

  

 b2ap3_thumbnail_IMG_2045.JPGSull'isola si trovano negozietti tipici e ristoranti rinomati dove è possibile gustare piatti a base di pesce appena pescato, tradizione consolidata nel tempo e che non cessa di deliziare i palati: si racconta che nel 1935 Mussolini e gli altri protagonisti della Conferenza di Stresa optarono per un fuoriprogramma sull'isola, attratti dal desiderio di gustarne il piatto più celebre, il pesce persico.

 

 b2ap3_thumbnail_IMG_2020.JPGLa chiesa parrocchiale dell’Isola Pescatori si trova in una piccola piazza all’interno del borgo.

L’edificio è stato ampliato e in parte ricostruito a partire dal trecento, nel 1627 divenne chiesa parrocchiale e dedicato a San Vittore. La chiesa ha però origini più antiche: sorge infatti sul luogo di un edificio dedicato a San Gandolfo di cui rimane solo l’abside del XI sec. ; dipendeva forse dall'abbazia di San Donato di Sesto Calende ed era dedicata a san Gandolfo.

 b2ap3_thumbnail_IMG_2030.JPG

La cappella venne ampliata in stile gotico e in epoca rinascimentale; l’interno è caratterizzato da tre arcate cieche, decorate con file di mattoni e illuminate da tre finestre che sono state modificate rispetto al loro aspetto originale.

 

 

 b2ap3_thumbnail_IMG_2027.JPG

Vi si possono ammirare un affresco del cinquecento raffigurante S. Agata e alcune tele del settecento; conserva affreschi cinquecenteschi e l'altar maggiore seicentesco con i busti dei quattro vescovi (sant'Ambrogio di Milano, san Gaudenzio di Novara, san Francesco di Sales e san Carlo Borromeo) tipici del culto ambrosiano.

b2ap3_thumbnail_IMG_2058.JPG Sull’Isola dei Pescatori ci sono diversi appuntamenti da non mancare, e che si svolgono durante tutto l’anno: la sera della vigilia dell'Epifania tutti i bambini sono impegnati a svegliare la Befana con la "carga vegia", correndo per tutta l'Isola trascinandosi dietro, legate ad una corda, latte, marmitte, coperchi e tutto ciò che rotolando produce rumore.

 

   b2ap3_thumbnail_IMG_2012.JPG    

A Carnevale lungo la riva si prepara una lunga tavolata ove gli isolani si riuniscono per concedersi la polenta e un bel bicchiere di vino.

In estate, nella settimana di ferragosto, oltre della processione la statua raffigurante il santo patrono che viene trasportata in barca attorno alle isole, si svolge il tradizionale torneo di bocce.

 

b2ap3_thumbnail_IMG_1990.JPG

La visita all'Isola dei Pescatori è ancora più gradevole se potete rilassarvi in una struttura davvero elegante e raffinata: io propongo il Grand Hotel Dino; per la cena potrete invece senz'altro gustare la cucina del ristorante Last Hall.

Seguitemi: questo è il turismo secondo me!

 

0

Commenti

Accedi

Ultimi Blog

No post has been created yet.

Commenti Recenti

Nessun Commento.

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l’uso dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni sui cookies che utilizziamo e su come disattivarli o cancellarli, clicca qui Privacy Policy e Politica Cookies.

Conferma di accettazione dei cookies da questo sito: