Where to Travel

Discover Italy with my personal touch!

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.

Monte Isola, la magia di una gemma nel Lago d’Iseo

Inviato da il in Laghi - Lakes
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 18879
  • 0 Commenti
  • Stampa

b2ap3_thumbnail_IMG_5211.JPGAmici di My Own Italy, ben trovati!

Il nostro  viaggio di oggi alla scoperta dell'Italia è in Lombardia, in quella terra magica che è la Franciacorta.

Partendo dall' Hotel Rivalago di Sulzano sul Lago di Iseo il tragitto è breve, e imperdibile è una gita a Monte Isola, l’isola lacustre più alta d’Europa.

 

b2ap3_thumbnail_IMG_2311.JPG

Situata al centro del lago Iseo, di fatto dividendolo in due, sponda bresciana da una parte e bergamasca dall’altra, Monte Isola racchiude in un perimetro costiero di circa undici chilometri una antica tradizione storica e culturale cui si aggiungono una forte vocazione artigianale ed enogastronomica tramandate di generazione in generazione, oltre alla affascinante architettura e alla cultura marinara dei suoi borghi a picco sull’acqua, rimaste intatte nel tempo.

b2ap3_thumbnail_IMG_5145.JPG

 

L’isola, di cui si hanno notizie fin dai tempi dei romani, conta oggi poco meno di duemila abitanti; non è possibile utilizzare la macchina, per cui si può visitarla a piedi oppure in bicicletta, magari noleggiando la bici sul posto come ho fatto io.

 

b2ap3_thumbnail_laghi-iseo_650x435.jpgSono dodici i piccoli borghi disseminati sull’isola per un paesaggio disegnato nel verde silenzioso che offre spettacolari viste panoramiche, tra cui gli isolotti di San Paolo, anticamente sede di un convento francescano, e di Loreto, che invece ospitava le clarisse, oggi entrambi di proprietà privata e inaccessibile.


La cultura isolana è fortemente influenzata dal culto della Madonna di Ceriola.

b2ap3_thumbnail_IMG_5112.JPGMontisola è collegata alle sponde del lago d’Iseo da un servizio di battelli di linea; il punto più comodo e vicino per raggiungerla è Sulzano, da dove  è possibile prendere il battello per Peschiera Maraglio, un borgo molto caratteristico. 

Qui suggerisco di visitare la chiesa di S. Michele, del XVII secolo, e percorerre qualche antica viuzza che sale ripida verso la montagna.

b2ap3_thumbnail_IMG_5172.JPGPeschiera è un vecchio paese di pescatori e di artigiani, dove si producono reti per la pesca e la caccia.

La rete come strumento di pesca è da sempre presente sull'isola; la tradizione vuole che i primi “retai” siano stati i monaci cluniacensi dell’isola di San Paolo: da loro i pescatori avrebbero appreso ad intrecciare dapprima i rami di salice e successivamente il filo di seta.

La storia di tutte le famiglie isolane è legata alla fabbricazione della rete e gli abitanti di Monte Isola si tramandano l'abilità  millenaria della tessitura e del rammendo.

 b2ap3_thumbnail_IMG_5166.JPG

 La scrittrice francese George Sand, che soggiornò a Monte Isola attorno al 1860, fu colpita da questa attività così dirompente tanto che nel suo romanzo "Lucrezia Floriani" la sua eroina muore sulla stessa sedia dove da ragazzina tesseva la rete.

 

 b2ap3_thumbnail_IMG_5178.JPG

 Le reti oggi non sono più solo da pesca ma soprattutto reti per lo sport: basket, tennis e calcio in particolare (Monte Isola ha fornito le reti per i mondiali di calcio Italia '90 e Corea '02) ma anche per recinzioni, amache, dondoli e borse come queste!

 

b2ap3_thumbnail_IMG_7203.JPGUn'altra caratteristica secolare di Monte Isola è la tradizionale essicazione e conservazione del pesce, in particolare la sardina, il cavedano e il pesce persico.

Appena pescato il pesce viene pulito, lavato ed asciugato, steso per 24 ore sotto sale, poi esposto al sole appeso a gancetti fissati su un’apposita intelaiatura, che un tempo erano “archetti”, rami di frassino o carpino piegati ad arco e tenuti in posizione da un filo all’estremità, per cui tutt’ora molte delle famiglie dell’isola portano il cognome ”Archetti”.

 b2ap3_thumbnail_salame-monteisola.jpgSuggerisco di assaggiare il salame di Monte Isola, confezionato manualmente nella frazione di Cure secondo un rito che si ripete identico da secoli: la carne viene tagliata tutta a mano a pezzi abbastanza grossi e poi il salame viene affumicato in un´antica cantina con legna secca bruciata in un camino chiuso.

 

b2ap3_thumbnail_IMG_5187.JPG

Infine, non posso dimenticare la tradizionale navale degli isolani, che da sempre costruiscono il “naëcc”, tipica imbarcazione lacustre somigliante alle gondole (la dominazione veneziana ha influenzato non poco la cultura dell’Isola), di cui è esposto un esemplare National Marittime Museum di Londra, e che era talvolta dotata di un doppio fondo ove taluni riponevano il pesce pescato di frodo.

 

b2ap3_thumbnail_IMG_5197.JPG A Peschiera Maraglio, dominata dalla mole del Castello Oldofredi, vi sono diversi edifici di notevole interesse architettonico, come Casa Erba (una volta sede di un rinomatissimo ristorante), rivolta verso il lago con il suo portico di cinque arcate.

Il portico e la loggetta sono delle costanti della architettura montisolana, e si trovano anche, come aggiunta tardiva, nel Castello.

 b2ap3_thumbnail_IMG_5125.JPG 

 

Seguitemi, questo è il turismo secondo me!

 

 

 

Blog pubblicato da Monte isola BS, Italia Visualizzazione ingrandita della mappa
0

Commenti

Accedi

Ultimi Blog

No post has been created yet.

Commenti Recenti

Nessun Commento.

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l’uso dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni sui cookies che utilizziamo e su come disattivarli o cancellarli, clicca qui Privacy Policy e Politica Cookies.

Conferma di accettazione dei cookies da questo sito: