Where to Travel

Discover Italy with my personal touch!

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.

Cervia e le saline: spiagge chilometriche per la capitale dell’”Oro bianco”

Inviato da il in Mare - Sea
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 2577
  • 0 Commenti
  • Stampa

b2ap3_thumbnail_IMG_0407.JPGAmici di My Own Italy, bentrovati!

Il nostro viaggio di oggi in Italia ci porta in Emilia Romagna alla scoperta di Cervia.

Situata in provincia di Ravenna, immersa in una pineta secolare che si estende per circa 260 ettari, polmone verde tra l'arenile e le località di Pinarella e Tagliata Cervia, si trova Cervia.

b2ap3_thumbnail_IMG_0379.JPG Nota località turistica della costa adriatica, con i suoi oltre 9 chilometri di sabbia bianca finissima e un mare che digrada dolcemente, Cervia è una delle località più note e apprezzate della Riviera Adriatica; si dice che il suo nome derivi dalla leggenda secondo cui un giorno un cervo, che si trovava nella pineta, si inginocchiò in segno di devozione davanti al vescovo di Lodi, in visita in questi luoghi.

Diversi studiosi pensano invece che la radice del nome sarebbe da ricercare nella parola latina “acervus” (cumulo), alludendo ai mucchi di sale che come montagne biancheggiavano nella città vecchia.

b2ap3_thumbnail_IMG_0406.JPGLa Salina di Cervia è sicuramente un paradiso per amanti di birdwatching e fotografia naturalistica.

Da percorsi di qualche ora a uscite di mezza o intera giornata, la Salina è interessante per bambini, ragazzi e adulti. All'interno del Centro si snoda inoltre un percorso che aiuta ad approfondire la tematiche storiche ed economiche legate alla produzione del sale con il supporto di esperimenti e plastici.

b2ap3_thumbnail_IMG_0405.JPG Cervia affonda le proprie radici nell’antichità: la città vecchia infatti sorgeva al centro della Salina e occupava una superficie di 20 ettari.

Circondata da un alto terrapieno, la città era costituita da una vasta piazza, un palazzo pubblico, un'antica rocca risalente  due conventi e sette chiese, tra cui quella dedicata alla Madonna della Neve, unica costruzione ancora oggi visibile.

Cervia vecchia fu demolita per le pressioni degli abitanti della città, decimati dalla malaria e dalle condizioni di vita insalubri. 

b2ap3_thumbnail_IMG_0404.JPG Cervia nuova venne realizzata a forma di rettangolo con un perimetro di circa 800 metri: la cinta esterna, oggi chiamato il Quadrilatero dei Salinari, comprendeva 48 abitazioni che potevano ospitare oltre 150 famiglie di salinari, un piccolo ospedale, una caserma, un macello e il teatro.

Poco al di fuori del quadrilatero erano collocati due grandi magazzini del sale, mentre dalla Torre San Michele le guardie avvertivano con una campana la popolazione in caso di incursioni piratesche. La costruzione della nuova città fu ultimata nel giro di dieci anni.

b2ap3_thumbnail_IMG_0402.JPG Nell'antichità, quando il sale era quasi l'unico metodo per conservare gli alimenti, la sua importanza commerciale e il suo valore erano enormi; la città prosperava quando il raccolto era abbondante e stentava quando le annate erano cattive.

Furono quindi molti nel corso dei secoli a disputarsi il possesso della Salina di Cervia.

b2ap3_thumbnail_fenicotteri-g.jpgAnticamente la Salina era costituita da 150 piccole saline a raccolta multipla, dal 1959 è stato adottato il sistema a raccolta unica andando a sostituire le piccole saline con una decina di grandi bacini salanti.

Le antiche saline, estese per 827 ettari, oltre a garantire una produzione di sale di oltre 200.000 quintali, costituiscono una riserva naturale dove nidificano tantissime specie di uccelli e dove transitano i fenicotteri rosa.

 b2ap3_thumbnail_IMG_0402.JPG

Porta sud del Parco Regionale del Delta del Po, la Salina di Cervia è riconosciuta dalla Convenzione di Ramsar quale Zona Umida di importanza internazionale per il suo elevato valore naturalistico e paesaggistico.

 

b2ap3_thumbnail_IMG_0389.JPGPrima a dotarsi di depuratori delle acque, Cervia ha conquistato diversi importanti riconoscimenti a testimonianza della cura e attenzione prestata all'ambiente, tra cui l'assegnazione della Bandiera Blu, che identifica le migliori spiagge italiane.

Seguitemi: questo è il turismo secondo me!

 

Blog pubblicato da Salina di Cervia, 48015 Cervia RA, Italia Visualizzazione ingrandita della mappa
0

Commenti

Accedi

Ultimi Blog

No post has been created yet.

Commenti Recenti

Nessun Commento.

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l’uso dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni sui cookies che utilizziamo e su come disattivarli o cancellarli, clicca qui Privacy Policy e Politica Cookies.

Conferma di accettazione dei cookies da questo sito: